L’Hangeul coreano, all’International Fashion Exhibition di Milano

hangeul

Di Judith Maffeis Sala

Hangeul. Connecting Borders: Hangeul x Fashion Art. In commemorazione del centenario del Movimento del 1 marzo, giornata dell’Indipendenza del popolo coreano dall’Impero Giapponese, a Milano viene proposto il linguaggio grafico di scrittura coreana “Hangeul”, creato nel XV secolo, come tema centrale della diciannovesima mostra “International Fashion Art Exhibition”.

Hangeul, esempio

Hangeul: Fashion Art exibition

La creazione di Hangeul ovvero il grande alfabeto, risale al 1443, quando il re Sejong il Grande (1418-1450) della dinastia Joseon inventò un sistema di scrittura che aderisse meglio alla lingua della penisola per educare il popolo; venne così ideato lo Hunmin Jeong-Eum  “Giusti Suoni”, che avrebbe preso il nome di Hangeul nel 1912.

La mostra è un progetto promosso da Comune di Milano, Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo (Repubblica di Corea), National Hangeul Museum (Repubblica di Corea) e Seoul Metropolitan Government e vuole commemorare, l’importante giorno per la Corea del’ I marzo, dal Giappone. il giorno dell’indipendenza “SAMILJEOL” divenne Festa nazionale in Corea però solo nel 1949. La Corea fu infatti dall’inizio del ‘900 dominio coloniale giapponese e nel 1910 fu annessa effettivamente all’impero giapponese, quando l’ultimo re della dinastia Joseon abdicò. Durante questo lungo periodo di abdicazione (1910-1945) il Giappone saccheggiò molte delle risorse della dinastia Joseon e bandì l’uso della lingua coreana, arrivando addirittura a chiedere che i coreani cambiassero nome e cognome e li adattassero allo stile giapponese.

Ma l’identità coreana rimase legata alle antiche tradizioni e all’Hangeul, l’antica lingua del popolo coreano, oggi diviso in Corea del Sud (organizzatrice della mostra) e Corea del Nord dove c’è una “Repubblica popolare” autoritaria.

Nella mostra di abiti, presentata nel capoluogo meneghino, il linguaggio si intreccia con la moda coreana e fa nascere forme, strutture, stili, grafismi armoniosi in un’espressione di originalità ed eleganza.

Hangeul, un abito della mostra

Il linguaggio grafico di scrittura coreano Hangeul, grazie al quale la forma grafica delle lettere e i suoni creano un’armonia visiva e fonetica unica nel campo delle lingue, viene esposto e reso noto ai visitatori della mostra attraverso  capi unici e molto particolari.

Queste creazioni di moda reinterpretano lo spirito, il significato e le caratteristiche dell’Hangeul, grazie alla collaborazione con il National Hangeul Museum che ha fornito materiali relativi alla scrittura coreana.

Hangeul, un abito della mostra

Hangeul, la mostra

L’ esposizione si divide in tre parti: Forma e Struttura dove le opere enfatizzano la formalità strutturale attraverso uno studio incentrato sugli aspetti della forma e della struttura dell’Hangeul. La seconda parte è Stile e Scrittura e vengono esposte opere che collegano i vari stili di Hangeul sviluppatisi attraverso la lunga storia e il significato che questi stili ritraggono. L’ultima tratta di Forma e Grafica e vuole rappresentare graficamente la moda attraverso elementi simbolici come il punto, la linea e la superficie. In questo caso sono enfatizzati l’aspetto grafico del design e utilizzati colori basici tipo rosso, blu, nero, e bianco, i lavori esprimono la sensibilità futuristica e lo spirito dell’Hangeul con l’arte della moda.

Hangeul, un abito della mostra

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Milano e il Consolato Generale della Repubblica di Corea di Milano (Corea del Sud). Sarà in programma fino al 28 luglio 2019, a Milano, Palazzo Morando –Costume Moda e Immagine, e vuole essere un’occasione per ampliare le relazioni fra i due paesi. La mostra conta la partecipazione di 73 artisti della moda provenienti dal mondo accademico e industriale, tra cui i membri dell’Associazione Culturale e di Moda Coreana, artisti provenienti da 5 paesi oltreoceano, i principali stilisti coreani e molti altri designer emergenti.

Hangeul. Associazione della Moda e della Cultura Coreana

Composta da accademici nazionali del design della moda e del designer del settore moda, l’Associazione della Moda e della Cultura Coreana (The Korea Fashion & Culture Association) è stata fondata nel 1995 per promuovere i valori culturali della moda coreana, attraverso attività creative, promuovendo continui scambi con artisti di tutti il mondo.

La Presidente dell’Associazione della Moda e della Cultura Coreana, la professoressa Sunhee Park, ha dichiarato: “Questa mostra introduce l’arte della moda coreana a Milano, una città che ha abbracciato lo spirito dell’Arte e della Cultura, attraverso la sua lunga storia e diventerà un luogo destinato alla promozione internazionale dell’essenza dell’estetica coreana e un luogo di affermazione della grandezza della moda coreana. In particolare, la mostra è un evento molto significativo in quanto creerà un’opportunità per esprimere lo straordinario principio di creazione e la profonda visione del mondo del nostro Hangeul in modo assai interessante“.

Hangeul, eventi

Connecting Borders: Hangeul x Fashion Art  è visitabile a ingresso gratuito a Palazzo Morando – Costume Moda Immagine via Sant’Andrea 6, 20121 Milano

Orari: martedì-domenica ore 9,00-13,00 / 14,00-17,30 Lunedì chiuso

Info e Comunicazione: fashionca@hanmail.net   www.fashionca.co.kr

T. +39 02 884 65735 – 46056 – c.palazzomorando@comune.milano.it    www.civicheraccoltestoriche.mi.it

Per info 348 2215068.

http://www.costumemodaimmagine.mi.it

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *