“Finché social non ci separi” al teatro al Castello di Desenzano

Di Caterina Mortillaro

Una serata calda quella del 30 giugno al Castello di Desenzano del Garda, in cui non sono state solo le zanzare a punzecchiare il nutrito pubblico. Artespettacolo, infatti, con la collaborazione del Comune, ha portato in scena uno spettacolo davvero divertente sulla convivenza tra uomo e donna.

Protagonisti Angelo Raffaele Pisani e Katia Follesa, partner sul palco e nella vita e genitori di una bambina che sembra avere preso da entrambi la vis comica.

Angelo e Katia, due talenti comici

Due parole sugli attori prima di addentraci nel vivo dello spettacolo.

Pisani inizia la sua carriera comica nientemeno che da Zelig. Qui, insieme a Marco Silvestri formava il duo Pali e Dispali, coi personaggi di Capsula e Nucleo, che hanno registrato la loro presenza per ben dieci edizioni. Dalla loro esperienza sono nati anche dei libri. Nel 2014, poi, Angelo ha pubblicato “Conto fino a tre, parola di papà. Le avventure e i consigli di un genitore (molto) speciale”, edito da Feltrinelli, nel quale racconta la sua esperienza di “mammo” e marito di una donna impegnata in un tour dietro l’altro.

Angelo Pisani e Mario Silvestri nel duo comico Pali e Dispali

A questo punto è doveroso spendere qualche parola su Katia Follesa, moglie e compagna di Angelo nella vita e sulla scena. Katia ha seguito un percorso simile. Si è esibita in numerosi programmi TV a partire da Bigodini, per continuare con Colorado Cafè e infine Zelig e Scherzi a parte e molti altri. Anche nel suo caso, faceva parte di un duo: Katia & Valeria (come non ricordarle nella parodia di due stralunate aspiranti Miss Italia o nella presa in giro di Uomini e Donne?). Ma non si è fermata qui. Ha recitato nel cinepanettone “Vacanze di Natale a Cortina” e in “Benvenuti al Nord”; è stata conduttrice di Zelig Off, Quanto manca, Junior Bake Off Italia, 90 Special, Cake star –pasticcerie in sfida e Big Show.

Katia Follesa e Valeria Graci nel duo Katia & Valeria

Non c’è quindi da stupirsi se i due hanno tenuto banco e divertito il pubblico, facendogli dimenticare il caldo eccezionale.

Le piccole grandi difficoltà della convivenza… in chiave comica

Ma veniamo allo spettacolo. Scritto da Angelo e Katia, con la collaborazione di Luciano Federico, si snoda attraverso una serie di battute sulle piccole grandi difficoltà della convivenza. Il filo rosso è: tiriamo fuori ciò che ci dà fastidio del nostro partner, ma non abbiamo mai osato dirgli (o dirle) in faccia. Ecco allora che compaiono alcuni stereotipi classici. L’uomo che beve birra davanti alla TV emettendo suoni (e non solo quelli) non troppo signorili, che lascia la casa in disordine, che critica la moglie per i chili di troppo ma poi esibisce una pancetta da campionato… Lei che si è impadronita dell’armadio, ha trasformato il lavandino in un’esposizione di trucchi e boccette varie, s’impermalosisce di fronte a qualsiasi critica,quando poi la sua lista di difetti del marito è davvero chilometrica…

Katia Follesa e Angelo Pisani in una scena di “Finché social non ci separi”

Si parte proprio da qui. Da due liste, quella di lui e quella di lei, che, nella finzione comica, danno l’avvio a un dialogo serrato non solo tra i protagonisti ma anche col pubblico, invitato a inviare messaggi a un numero fornito durante lo spettacolo. Ed ecco allora che fioccano le storie più incredibili. Tutte vere? Probabilmente sì. D’altra parte già lo sappiamo che la realtà supera ogni immaginazione. Ma i messaggi non sono solo di critica: ecco allora che una dichiarazione d’amore per la moglie sposata da più di quarant’anni fa esplodere l’applauso.

Alla fine, infatti, dietro l’ironia pungente, lo scopo dello spettacolo sembra quello di invitare a superare le differenze e i difetti, anzi a guardarle con un sorriso affettuoso.

Una serata piacevolissima, dunque, quella proposta da questi due bravi comici.

Con solo due piccolissimi suggerimenti. Il primo riguarda il titolo: perché non interpretarlo in modo più letterale e ampliare gli aspetti legati alle vere e proprie guerre che scoppiano ogni giorno tra le coppie sui social? Se ne vedrebbero delle belle! Il secondo: perché mostrare una donna ignorante e presuntuosa, quando oggi le laureate superano i laureati? Lo sappiamo, rientra nel personaggio costruito da Katia in tutti questi anni, ma ci farebbe piacere vedere sulla scena una donna diversa… e che comunque faccia ridere di cuore!

Chissà che queste nostre idee non ispirino Angelo e Katia che l’anno prossimo ripresenteranno lo spettacolo e lo porteranno in tournée da ottobre a giugno.

Intanto, ricordiamo che Artespettacolo propone un ricco cartellone che potete visionare sul suo sito. Il 19 luglio porterà Fabio Concato sempre al Castello di Desenzano, mentre il 1 agosto sarà la volta di Loredana Berté al Teatro Romano di Verona. Ma non solo. Interessanti anche le proposte milanesi per la prossima stagione teatrale.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *