“Bellezza e coraggio: plurale femminile contemporaneo”. A Milano, Sguardi Altrove Film Festival

sguardi altrove

Di Lucilla Continenza

È partita il 13 giugno, e proseguirà fino al 21 giugno, a Milano, la  XXVI  edizione di  Sguardi Altrove Film Festival, rassegna cinematografica dal punto di vista delle donne. “Bellezza e coraggio: plurale femminile contemporaneo” è il tema di quest’anno che racconta storie di donne forti e risolute.

La location di Sguardi Altrove sarà per la prima volta, principalmente, il Teatro Franco Parenti di Milano. L’importante teatro meneghino, sotto la direzione di Andrée Ruth Shammah, prosegue così la coraggiosa scelta di costruire uno spazio di espressione non solo del teatro, ma anche delle tante arti. La ricca rassegna si diramerà anche  in altri tre spazi conosciuti dai cinefili milanesi: Il Cinemino, Wanted Clan e Après –Coup, l’Auditorium di Rho e l’Infopoint Regionale sempre a Rho.

Parliamo di una carrellata di film si grande interesse antropologico, ma soprattutto umano. Sguardi Altrove raccoglie un ottimo consenso di pubblico da più di due decenni, continuando ad affrontare, senza “peli sulla lingua”, questioni anche “spinose” di genere, soprattutto legate al mondo femminile e attingendo dalle culture altre, da cui appunto il nome: Sguardi Altrove.

La bellezza e il coraggio delle donne

Il tema La bellezza e il coraggio delle donne, vuole omaggiare tutte le donne che  hanno contribuito a modificare il percorso della storia, attraverso riflessioni e azioni diverse da quelle prettamente occidentali. Durante la rassegna saranno infatti presentati oltre 60 film, tra lungometraggi e cortometraggi, che mostrano diversi spaccati di culture dei 5 continenti.

Con un dibattito sulla violenza di genere dal titolo: ”Bellezza e coraggio, Famiglia e Disagio” è stata presentata la serata inaugurale presso il Franco Parenti. Ha fatto poi seguito l’inaugurazione ufficiale del Festival, con il film di apertura  del  concorso Nuovi Sguardi , “Becoming Astrid”, della regista danese Pernille Fischer Christensen, ispirato alla vita complicata dell’autrice di Pippi Calzelunghe.

Becoming Astrid, locandina

La proiezione del film svizzero fuori concorso “Blue My mind- il segreto dei miei anni”  ha concluso l’inaugurazione. Il film uscirà in Italia il 13 giugno.

Blue my mind, locandina

Sguardi altrove, concorsi

Il festival prevede diverse sezioni dove premieranno i film migliori. Le principali sono: la sezione Nuovi Sguardi  in cui diversi film e documentari, diretti da donne, competono per il premio Cinema Donna 2019; e Sguardi (S)confinati. Parliamo di un concorso internazionale di corti, sempre diretti da donne, in lizza per il premio Talent Under 35, (patrocinato dal comune di Rho) e per il premio Cinemino. Oltre a queste due sezioni è da segnalare la rassegna non competitiva “FrameItalia” aperta anche alla regia maschile, che propone, tra gli altri, temi di cronaca sociale internazionale. I film di FrameItalia concorrono al Premio del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.  

La rassegna presenterà poi una sezione parallela “Oltre il cinema. Tasselli d’arte” con diversi appuntamenti quali letture, spettacoli teatrali, e un laboratorio di scultura e Art counseling “Mani in pasta”

Ultima sezione è poi quella dedicata a “Cinema e Formazione”, dove si terrà l’incontro di presentazione del progetto “Lo sguardo delle donne. Cinema per la scuola”.

Sguardi altrove, serata di chiusura

Venerdì 21 giugno per la serata di chiusura, è prevista, alle 18.30, la proiezione del film fuori concorso “RBG- Alla Corte di Ruth”, un documentario, nominato agli Oscar 2019, dedicato alla magistrata statunitense Ruth Bader Gingsburg, Giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti.  Bader Gingsburg è una donna di carattere, da sempre impegnata nella lotta per i diritti del cosiddetto “sesso debole”.

Alla corte di Ruth, locandina

Il festival si concluderà alle 20.30, con la Cerimonia di Premiazione. Condurrà Federico Chiarini giornalista di Sky Cinema. La serata terminerà con la proiezione dei film vincenti.

Patrocinio

La tradizionale rassegna è organizzata dall’Associazione Sguardi Altrove Donne in Arti Visive in collaborazione con il Teatro Franco Parenti ed è sostenuto principalmente dalle istituzioni territoriali  Regione Lombardia, Comune di Milano e dal MIBACT

Per informazioni: http://www.sguardialtrovefilmfestival.it/nw/

Prenotazioni: biglietteria@teatrofrancoparenti.com

Iscrizione al Laboratorio “Mani in pasta”: sguardisegreteria@gmail.com

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *